Un comitato di esperti dell’OMS raccomanda la riclassificazione del dronabinol

Il Comitato degli Esperti dell’OMS sulla Farmacodipendenza (ECDD) si è riunito a Ginevra dal 28 al 31 Marzo 2006. Esso ha raccomandato che il dronabinol (THC) dovrebbe essere risclassificato dalla Tabella II alla meno restrittiva Tabella III della Convenzione ONU sulle Sostanze Psicotrope del 1971. Questa raccomandazione sarà presentata alla Commissione ONU sui Narcotici (CND), che potrà accettarla o rifiutarla. Dronabinol è il nome internazionale non-proprietario (INN) del THC, un cannabinoide naturale della Cannabis, che è principalmente responsabile dei suoi effetti psichici e della maggior parte dei suoi effetti terapeutici. Il dronabinol era stato incluso nella Tabella I della Convenzione 1971 al tempo della sua adozione. E’ stato riclassificato in Tabella II dalla Commissione ONU sui Narcotici nel 1991. Secondo l’ECDD l’abuso di dronabinol è attualmente raro e ci sono stati pochissimi rapporti specifici su questa evenienza. Preparazioni a base di dronabinol sono state usate in molti paesi nel trattamento di nausea e vomito associato con la chemioterapia anticancro e nel trattamento dell’anoressia associata a perdita di peso in malati di AIDS. é’ anche stato indicato nel trattamento del dolore cronico e di disordini neurologici. Il rapporto della riunione 2006 dell’ECDD è disponibile a: http://www.who.int/entity/medicines/areas/quality_safety/WHO_ TRS_942.pdf (Fonte: Informazione dell’ECDD del 29 gennaio 2007)